Prima foto della nuova Ducati Multistrada DVT pronta per EICMA 2014!

La presentazione del nuovo motore a fasatura variabile DVT ha alimentato più di un sospetto circa la presentazione di un nuovo modello Ducati. Ecco la prima foto che sembrerebbe confermare le voci insistenti che arrivano da Bologna: la Multistrada sarà tutta nuova, anche nell'aspetto...



Girano voci che Ducati abbia in serbo per EICMA la nuova Multistrada 1200, a conferma di queste voci sempre più insistenti alcuni scatti trovati in rete e le segnalazioni provenienti da Borgo Panigale di “misteriosi” prototipi che si aggirano per strade attorno a Bologna. Dall'immagine in alto si nota un grintoso doppio scarico, ma secondo i nostri informatori la nuova Multistrada differirà parecchio dalla vecchia per quanto riguarda le linee della parte anteriore, ora più massicce e taglienti e del codino, che sembra sia stato modificato per renderlo più simile a quello della Diavel da cui riprenderebbe anche il portatarga. L'unica certezza in questo mare di supposizioni è il motore utilizzato per la nuova moto, ossia il nuovo Testastretta DVT a fasatura variabile che Ducati ha presentato pochi giorni fa. Il propulsore conferma la cilindrata da 1198 cm3 (non ci sarà quindi un aumento come sulla nuova Panigale 1299, anche lei piatto forte di EICMA) ma che cresce di potenza massima di 10 CV raggiungendo così i 160 CV a 9.500 giri/minuto e una coppia che arriva a 136 Nm a 7.500 giri con una notevole costanza di erogazione. Il nuovo Testastretta si caratterizza per il sistema di valvole a fasatura variabile, un dispositivo sviluppato sulla base del sistema messo a punto da Audi, capace di modificare con continuità la fasatura delle valvole, agendo in modo indipendente sia sulla camma di aspirazione sia sulla camma di scarico. L'effetto di questo sistema si vede sulle prestazioni del motore, ottimizzate a tutti i regimi di rotazione e in tutte le condizioni di utilizzo. Insomma, dopo la Scrambler presentata  a Colonia e il sicuro debutto della Panigale 1299, a EICMA Ducati potrebbe ampliare la rosa delle novità mettendo in campo anche la nuova Multistrada, modello chiamato a “fare numeri” sul terreno sempre complicato (ma fondamentale) delle maxicrossver.

MV Agusta tutte le novità di EICMA 2014: arriva anche la Strada

La casa di Schiranna,non era presente a Intermot, il salone di Colonia e si presenterà al Salone del motociclo di Milano con tante interessanti novità, alcune già annunciate, altre, invece, del tutto inedite e dedicate a un ambiente finora piuttosto ostico per le moto di Varese...

MV Agusta si prepara a sbarcare a EICMA con un carniere di novità parecchio fornito. Le novità sicure sono le versioni RR di Brutale e Dragster, modelli esclusivi equipaggiati con il meglio della tecnologia MV Agusta. Ma le novità, ovviamente non finiscono qui. È notizia di poche ore fa la probabile presenza della nuova F4 RC, versione base da cui sviluppare l amoto per il mondiale SBK, per lei, la scheda tecnica, parla di ben 210 CV e un peso piuma di 175 kg e un prezzo di circa 40.000 euro. EICMA 2014 sarà anche il palconscenico della Turismo Veloce, modello crossover presentato lo scorso anno e che, proprio a EICMA, dovrebbe ufficializzare il suo arrivo nelle concessionarie.  Se pensate che di novità ce ne siano già abbastanza, vi sbagliate di grosso. Durante la conferenza stampa di presentazione della Dragster RR, infatti, è stato detto che il salone milanese sarà il palcoscenico di un altro modello inedito: la Strada. Le informazioni sono poche, ma pare che MV Agusta abbia in cantiere un modello per il commuting urbano basato sulla ormai collaudata piattaforma tre cilindri. Potrebbe quindi trattarsi di una naked tre cilindri in grado di giocarsel con la MT-09, modello che lo scorso anno ha stupito per il rapporto qualità prezzo e per l'interesse suscitato nel pubblico. Per questa ipotetica “entry level” made in MV (per quanto il termine entry level, associato alle moto di Schiranna, risulta parecchio fuori luogo) è facile immaginare un'estetica simile ma non uguale alla Brutale e il tre cilindri in configurazione da 800 cm3, modificato per ottenere una curva d'erogazione sensibilmente più dolce e piena ai medi regimi. Per saperne di più, quindi, non ci resta che attendere il prossimo EICMA di novembre.

L’Autodromo Concordia chiude la lunga stagione Malossi: assegnati i titoli siciliani del Trinacria, Regioni e Replica

Alberto Consoli si aggiudica la gara dei big, mentre Bonfiglio e Abate segnano per la prima volta i nomi nell’Albo d’Oro della Casa Bolognese
Chiusura di stagione sul’Autodromo Concordia di Favara, in provincia di Agrigento secondo le linee guida tracciate durante la lunga annata dei Trofei Malossi: con il solito grande spettacolo sportivo. In palio 3 titoli di classe: il minitrofeo Trinacria, ed il girone Sicilia del Trofeo ScooterMatic Regioni ed il Trofeo ScooterMatic Replica.

Nell’entry level sfida a 2 per il titolo con Carpitano che precedeva di pochissimi punti Abate. Al termine di due manches perfette è Giovanni Abate con lo scooter di Aprile Motors ad aggiudicarsi la serie con due vittorie perfette. Alle sue spalle chiude Alessandro Carpitano che precede Matteo Micieli.

Angelo Bonfiglio (Team Consoli-D’Agata) guida di esperienza e porta a casa il titolo Regioni. In gara 1 tiene a bada il diretto concorrente Davide De Pasquale ed il rimontante Samuele Marino (poi scivolato nel finale). Sul terzo gradino del podio sale così Daniele Domino che precede Fabio Polizzi e Fabio Cascella. In gara 2 Bonfiglio rimane in testa fino quasi alla bandiera a scacchi ma viene superato nel finale da un ottimo Joseph Boccaccio (sfortunato in gara 1). Bonfiglio si accoda e trionfa nella corsa al trofeo, mentre terzo è Samuele Marino. Per somma punti Bonfiglio precede sul podio Davide De Pasquale e Daniele Domino.

Scontro tra big nel Trofeo Trinacria: in pista due campioni iridati, Consoli e Tornera pronti a darsi battaglia. Ala fine è Alberto Consoli che riconquista il Trofeo Trinacria e chiude la stagione con il nuovo record della pista in sella allo scooter preparato dal team D’Agata. Alle sue spalle si piazza Emanuele Salerno al primo podio fra i big dopo un bellissimo duello con Mario Tornera risolto in gara 2 con soli 6 millesimi sul messinese.

I Trofeo Malossi chiudono qui la stagione 2014: numeri crescenti (e le novità che verranno svelate al prossimo EICMA) fanno ben sperare per l’anno prossimo che aprirà i battenti ancora dalla sicilia con il Meeting & Test che si terrà a Favara il primo weekend di marzo.




Al Malossi Day 2014 Alessandro Berardi è l’asso pigliatutto!

All’International Raceway di Adria Consoli vince l’Extreme Italia, nella TMax Cup si incoronano Del Vecchio e Fara, nel Regioni Cosentino e nel Replica Chesi e Laghi. 

Spettacolare weekend internazionale ad Adria dove è andato in pista il Malossi Day 2014 con griglie piene e piloti provenienti da 3 continenti. Numerosa la rappresentanza asiatica con giapponesi, coreani e cinesi, impegnati nella World Malossi Day Cup insieme ai fortissimi olandesi, francesi, sloveni e sudafricani. Il weekend trasmesso in diretta streaming ha assegnato i titoli internazionali e nazionali. Nella World Malossi Day Cup ha inflitto un colpo micidiale Alessandro Berardi: il riminese, fresco laureato nel Trofeo Nazionale Scooter Velocità, ha messo in scena due fughe epiche stroncando l’assalto dell’olandese Jos Koelewijin, in formissima nel weekend veneto. Sul terzo gradino del podio chiude l’ex iridato Alberto Consoli autore di una grandissima rimonta.

Nella T-Max Cup si assegnavano i titoli nazionali Open e Stock: nella classe maggiore vince Gianluca Rapicavoli dopo un duello interminabile con Nicola Del Vecchio (scivolato all’ultima curva di gara 2), cui la matematica aveva già assegnato il titolo in gara 1. Alle spalle di Rapicavoli chiudono Alex Castagneris e Fabio Pintus. Nella classe Stock rientra come wild card Diego Guerra che domina davanti al neo campione Andrea Fara e Francesco Ferrara.

Nel Trofeo Nazionale Scooter Velocità il titolo è andato ad Alessandro Berardi che però si è dovuto inchinare al siciliano Alberto Consoli, scatenato nonostante un motore non al top. Secondo gradino del podio per Berardi (quarto in gara 1 con il pensiero al Trofeo) e Francesco Reale. Per Berardi la soddisfazione anche del nuovo record sul giro all’International Raceway.

ScooterMatic Regioni con la sfida fra nordisti, sudisti e siciliani: Al termine podio campano: è Francesco Adinolfi a vincere per somma punti davanti ad Alfonso Cirillo e Giuseppe Musella. Sfortunati il calabrese Emilio D’Andrea (dominatore in gara 1) e il siciliano Tornabene (vincitore di gara 2). La classifica del Girone Nord è invece appannaggio di Cristiano Carpi su Nicolas Serafini e Riccardo Cosentino che si aggiudica il titolo 2014.

La seconda finale della ScooterMatic Extreme Italia è andata a Francesco Reale sullo Zip 4Stroke, ma il titolo è andato per la seconda volta al siciliano Alberto Consoli, secondo al traguardo dopo un’epica volata a 6, con D’Andrea terzo di un niente su Montagna, Melone, Bonomo e Boccardo.

Anche i Replica hanno scaldato i numerosi tifosi presenti sugli spalti. La classifica assoluta della categoria più giovane ha visto il ritorno alla vittoria di Luca Montagna che ha regolato alle sue spalle i campioni del girone sud Vincenzo Limongi (2014) e Alessio Paduano (2013).  Alle spalle di Montagna nella classifica Nord chiude il neo campione Claudio Chesi su Carmine Napodano. Nella classe SuperScooter Replica Luca Laghi vince, aggiudicandosi il titolo, su Davide Morselli e Alessio Simonetti.

Chiusa la grande vetrina internazionale del Malossi Day ora si preparano i bagagli per la Sicilia dove il 18 e 19 ottobre si assegneranno i titoli del girone isolano per quanto riguarda la ScooterMatic Regioni e ScooterMatic Replica.