Racalmuto apre il Trofeo Trinacria con gare da campioni assoluti

La pista in provincia di Agrigento ha aperto la miniserie Malossi con il trionfo di Consoli, la quarta prova del Trofeo Regioni è andata a Samuele Marino mentre Giuseppe Passalacqua ipoteca il titolo della ScooterMatic Replica.

Alberto Consoli torna a vincere sulla sua pista preferita ed apre il Trofeo Trinacria con il punteggio pieno. Il pilota catanese ha trovato rivali di gran pregio in Carlo Sturniolo ed i fratelli Filippo e Samuele Marino che gli hanno reso la vita difficile fin sotto la bandiera a scacchi. In gara 1 Consoli, che partiva dalla pole, ha approfittato della bagarre fra Filippo Marino e Carlo Sturniolo per prendere qualche metro di vantaggio e vincere. Nel finale Filippo lasciava il terzo gradino del podio al fratello Samuele per un problema di carburatore. In gara 2 Parte fortissimo Sturniolo ma è costretto al ritiro per un problema muscolare. Si accende il duello fra Filippo Marino e Consoli che si scambiano ripetutamente la testa e sul traguardo la vittoria va al catanese per soli 9 millesimi di secondo. Terzo è ancora Samuele Marino concentratissimo in tutto il weekend. Per somma punti alle spalle di Consoli chiude S amuele Marino mentre terzo finisce il positivo Davide De Pasquale.

Nella quarta prova del Trofeo Regioni è Samuele Marino a trionfare con un secco 1-2 davanti a Davide de Pasquale e al combattivo Manuele Aprile: con Bonfiglio che ha chiuso quinto si riapre il Trofeo che si deciderà a Favara nel mese di ottobre. Giochi quasi fatti nella ScooterMatic Replica con Giuseppe Passalacqua che centra la quarta vittoria consecutiva e mette una serie ipoteca sul titolo del girone Sicilia. Secondo dopo un bel weekend chiude Giovanni Abate che precede Matteo Micieli nella sommatoria di punti.

Il prossimo appuntamento con il variopinto circus dei Trofei Malossi è per la terza prova del Trofeo Nazionale Scooter Velocità e TMax Cup e la terza prova del Girone Sud che si terrà a Binetto i prossimi 21 e 22 giugno.


002842-olio elf moto2 arc en ciel 2t - lubrificante x moto e scooter


ACQUISTALO ORA
Lo puoi acquistare a soli 11,32 € in promozione sul sito www.fms2.com
Apri la scheda prodotto: 002842-olio elf moto2 arc en ciel 2t - lubrificante x moto e scooter


ELF MOTO 2 ARC EN CIEL è un lubrificante ad alto contenuto di oli di base sintetici nuova generazione per scooter con motori a 2 tempi. Un olio per motore di qualità media con un profilo dinamico, una formula innovativa che permette di ridurre notevolmente le emissioni di scappamento.




Applicazione Scooter
Questo lubrificante ad alta funzionalità è particolarmente indicato per Scooters con motore a 2 tempi con cilindrata minore o uguale a 125 cm3.

Indicazioni
ELF MOTO 2 ARC EN CIEL è specialmente adatto per affrontare le esigenze del traffico urbano (stop and go) e degli spostamenti interurbani (intercity).

Prescrizioni
La composizione di ELF MOTO 2 ARC EN CIEL è compatibile con i carburanti senza piombo. Il prodotto è prediluito e, pertanto, adatto all'ingrassaggio separato e alla miscela. Il contenuto di olio deve essere modulato in funzione delle raccomandazioni del costruttore. I componenti della formula rispettano le esigenze della marmitta catalitica 2 tempi.

 



 
 


SPECIFICHE

Synthetic-fortifiedELF MOTO 2 ARC EN CIEL è rinforzato con oli di base sintetici atti a garantire un'ottima protezione del motore e dei pezzi circostanti

SAE30
La bassa viscosità (SAE 30) ed i solventi appositamente selezionati di ELF MOTO 2 ARC EN CIEL facilitano la miscibilità tra lubrificante e carburante. La miscela omogenea garantisce una qualità di lubrificazione costante.

ISO-L-EGC/EGD Anti-deposit-technology
Gli additivi di detergenza agiscono sulla formazione di depositi grazie alle loro proprietà pulenti a caldo. La riduzione dell'incrostamento del circuito di scappamento va oltre il livello richiesto dalle norme ISO-L-EGC/EGD (International Standards Organisation).

JASO FC Smokeless
La riduzione delle emissioni di scappamento (Smokeless) si ottiene mediante l'applicazione di solventi e polimeri selezionati (Japanese Automobile Standards Association).

API TC
ELF MOTO 2 ARC EN CIEL supera il livello API TC (American Petroleum Institute), imposto dai costruttori di Scooters su scala internazionale.


VANTAGGI PER I CLIENTI
Detergenza e assenza d'incrostazioni sugli orifici di trasferimento.
L'ammissione della miscela d'ariacarburante-olio, la spinta in camera di combustione e il lavaggio dei gas bruciati hanno luogo attraverso orifici di ammissione, di trasferimento e di scappamento. Gli additivi detergenti forti ed efficaci garantiscono la pulizia del circuito di
distribuzione.

Test CEC L-58-X-94
Il livello imposto da ISO-L-EGD si distingue da quello imposto da ISO-L-EGC per una maggiore esigenza in materia di detergenza e di pulizia. ELF MOTO 2 ARC EN CIEL supera l'indice di detergenza e migliora il tasso massimo di deposito ammesso sulla parete del pistone imposti dalle norme ISO-L-EGC/EGD (vedi grafico).
(Motore Honda DIO AF 27 Durata 3 ore)

Combustione pulita e tecnologia antideposito
La combustione completa della miscela assicura la degradazione termica degli additivi e degli oli di base. Una temperatura del motore troppo bassa, lubrificanti con eccessivo contenuto di additivi e non compatibili con il tipo di motociclo provocano
l'incrostamento del motore e dei pezzi circostanti. Queste emissioni grasse vengono evacuate dalla camera di combustione verso il circuito di scappamento. Entrando in contatto con i pezzi freddi esse si depositano
riducendo il volume del circuito di emissione dei gas. Ne risulta una notevole perdita di potenza del motore.

Test JASO M 343 Motore Suzuki SX 800 R
Gli additivi detergenti agiscono sulla formazione di depositi permettendo al motore di conservare il livello di prestazioni iniziale.
La formula innovativa di ELF MOTO 2 ARC EN CIEL ottiene un risultato superiore del 35% agli indici di riferimento imposti dalle specifiche internazionali - ISO-L-EGC/EGD e JASO FC (90 minimo, risultato calcolato rispetto all'olio di riferimento JATRE, vedi grafico).

Riduzione delle emissioni inquinanti
Una legislazione sempre più severa esige formule di lubrificanti innovative. Una riduzione delle VANTAGGI PER I CLIENTI emissioni si ottiene mediante l'utilizzo di solventi e di polimeri selezionati.

Test JASO M 342 Motore Suzuki SX 800 R
ELF MOTO 2 ARC EN CIEL migliora il livello di emissioni di fumo imposto dalle norme internazionali (85 minimo, calcolato rispetto all'olio di riferimento JATRE, vedi grafico). Riduce in modo visibile le emissioni di scappamento e lo sprigionamento di fumo all'avviamento.
Posizionamento prodotto
Il prodotto ELF MOTO 2 ARC EN CIEL appartiene alla categoria dei prodotti di qualità media. La gamma Scooters d’ELF offre altre caratteristiche fisico-chimiche e altri tipi di prodotti più avanzati.

CARATTERISTICHE FISICO CHIMICHE ELF MOTO 2 ARC EN CIEL
Densità a 15 °C (ASTM 1298) 0,869Kg/dm3
Colore (aspetto esterno) blu/verde
Punto d'infiammabilità V.A. (ASTM D 92) 114 °C
Viscosità cinematica a 100 °C (ASTM D 445) 10,9mm2/s
Percentuale di ceneri solfatate (ASTM D 878) 0,07 % peso
Punto di scorrimento (ASTM D97) - 21 °C
CERTIFICAZIONE AFAQ ISO 9001 numero 1993/900c

Guerre stellari ad Airola! Extreme da brivido!

Seconda tappa del Girone Sud dei Trofei Malossi sull’Autodromo Gianni De Luca di Airola con gare da brivido decise sotto le bandiere a scacchi. Hanno cominciato a dare spettacolo i piloti della ScooterMatic Regioni: in gara 1 affermazione di Adinolfi che controlla Scelzo fino alla bandiera a scacchi, mentre D’Andrea chiudeva staccato per problemi di trasmissione; in gara 2 il calabrese si rifà su Adinolfi che amministra il secondo posto aggiudicandosi la vittoria di giornata su D’Andrea e Scelzo. Nella ScooterMatic Replica Giuseppe Iannini dominca gara 1 su Limongi e Paduano. In gara 2 però i due gli rendono la vita difficile fino alla scivolata di Alessio Paduano. La doppia vittoria lo proietta in solitario in testa alla classifica su Limongi, mentre per somma punti il terzo posto va al regolarissimo sannita Luca De Mercurio.
Fuochi d’Artificio nella ScooterMatic Extreme Italia con 7 piloti qualificati in meno di 1 secondo. La pole va ad Antonio Paduano. In gara 1 gran duello fra Paduano e Melone ma nell’ultimo giro spunta Reale (4Stroke) che li brucia entrambi all’uscita dell’ultima curva. In gara 2 lo scooter di Melone cala e lascia a Paduano la possibilità di andare in fuga indisturbato. Dietro è bagarre a 6 che si risolve in volata con Melone che chiude secondo su Adinolfi Coviello e Reale. Per somma punti Paduano torna alla vittoria su Alessandro Melone e Francesco Reale. Nella classe ScooterMatic 4Stroke la vittoria va invece a Gennaro Adinolfi su Francesco Reale e Manuel Leone.

Il prossimo appuntamento con il Girone Sud è per il 22 giugno, insieme al Trofeo Nazionale Scooter Velocità e alla TMax Cup sull’autodromo di Binetto, in provincia di Bari, decisiva per l’assegnazione del titolo di zona della ScooterMatic Extreme Italia.



Il rinnovato Autodromo di Concordia regala una terza tappa siciliana “mondiale”

La pista di 2,2 km fa volare gli ScooterMatic del girone isolano: nel Regioni torna in alto Tornabene, nel Replica Passalacqua fa il vuoto mentre nell’Extreme Italia Tornera abdica il titolo a Consoli nel giorno del ritorno alla doppia vittoria.

Terza tappa del Girone Sicilia dei Trofei Malossi sul rinnovato e allungato Autodromo di Concordia a Favara in provincia di Agrigento e viene fuori una delle più belle giornate di gare della stagione.

Nella ScooterMatic Regioni torna a vincere Antonio Tornabene: il palermitano, dopo prove opache, si risveglia allo spegnimento del semaforo e mette in difficoltà il leader Angelo Bonfiglio (poi ritirato in gara 1 per un problema meccanico). Tornabene vince gara 1 davanti al rookie Samuele Marino e al regolarissimo Davide De Pasquale. In gara 2 Bonfiglio si prende la vittoria di manche su Tornabene che si arrende alla seconda piazza solo all’ultima curva e su Samuele Marino.

Giuseppe Passalacqua domina ancora la ScooterMatic Replica. Alle sue spalle, in gara 1 chiude uno straordinario Carpitano in rimonta nonostante problemi al motore, e Abate, che si scambieranno le posizioni in gara 2 dopo uno spettacolare duello che ha visto coinvolto anche un “tostissimo” Micieli.

Semplicemente spettacolare la terza e conclusiva prova del girone siciliano della Extreme Italia: si capisce subito che è un affare a 4 fra Consoli, Tornera, Bonomo e Filippo Marino. In gara 1 Bonomo sembra aver la forza di andar via ma il suo motore cala dopo metà gara. Stesso problema per Consoli, mentre Tornera esce d’esperienza. Il messinese va in testa e riesce a vincere su Consoli che rimonta di grinta, Filippo Marino e Francesco Bonomo, mentre poco distanti chiudono Salerno e Trovato. In gara 2 Bonomo ci prova ancora ma spunta Tornera in forma strepitosa va a cogliere la doppietta di giornata. Bonomo è secondo davanti a Filippo Marino mentre Consoli si deve accontentare del sesto posto dietro a Salerno e Trovato dopo una scivolata a metà gara. Consoli comunque è di nuovo campione della Extreme Italia girone Sicilia ed è la prima testa di serie della ScooterMatic Extreme Ital ia in vista delle finali di Vallelunga e Adria.

Il prossimo appuntamento con i Trofei Malossi è per l’8 giugno ad Airola, con la seconda prova del Girone Sud, mentre in Sicilia si tornerà il 15 giugno per la quarta prova sull’Autodromo Valle dei Templi di Racalmuto.