Trionfano i maestri del kartodromo e un illustre rientro

Vincono Bortolato, Boccacci e Francesco Pellegrino la terza prova dei Trofei Nord Malossi a Pomposa

Pomposa (FE) – Nella prima gara in kartodromo il caldo non abbassa il ritmo dei piloti dei Trofei Malossi che regalano 6 gare combattute e ricche come sempre di colpi di scena. Come abbiamo imparato quest’anno niente è scontato se non una costante: chi torna nei Trofei Malossi dopo un’assenza più o meno lunga torna a casa con una coppa.

E’ successo ad Andrea Boccacci, assente da 5 anni ma in grado di salire sul gradino alto del podio nel Trofeo Scootermatic Nord davanti a Miniero e un ritrovato Fordiani in una giornata che dopo la prima finale sembrava scritta per Marco Pelloni, autore anche della pole e tradito dal suo Zip in partenza della seconda finale.

Non è proprio un rientro assoluto ma lo è nei kartodromi quello vincente di Omar Bortolato che ha dominato entrambe le gare con la sua guida pulita che gli ha dato il soprannome di pittore. Il veneto ha battuto sul campo Santo Russo, altra wild card insieme a lui avversario nel Trofeo Nazionale, mentre chi fa punti pesanti è Paolo Gabellini, secondo oggi sul podio davanti a Scattolini nonostante una caduta in gara 2. Tra i SuperScooter Franco batte Gottardello, sicuro fino al traguardo di salire sul gradino alto del podio ma tradito da un calcolo di punteggi mentre tra i GP80 l’ospite Francesco Pellegrino riesce a tenere alle spalle il fratello Simone che precede Villani, terzo e allunga in campionato su Gammino, finito solo quinto

Trofeo Scootermatic Italia

La Wild card Omar Bortolato dimostra con i fatti quanto ama i kartodromi vincendo entrambe le finali senza appello per gli avversari come Santo Russo caduto in gara 1 e secondo con distacco in gara 2. In una giornata ricca di errori e noie meccaniche cade per distrazione ma si rialza subito Paolo Gabellini, terzo nella prima finale e quarto nella seconda ma che gli valgono il secondo gradino del podio perché Boccardo abbandona quasi subito gara 2 a causa di un cedimento meccanico. Il romagnolo ha preceduto sul podio Daniele Scattolini, silenzioso ma sempre più concreto e ottimo terzo in gara 2. Marco Franco vince tra i SuperScooter precedendo Gottardello e Ferraguti, in recupero nella seconda finale dopo una caduta mentre Bressan, scivolato in gara1 rimane fuori dal podio.

Il primo turno di crono è una partita a due tra gli “ospiti” del Trofeo Scootermatic Italia: Omar Bortolato, che continua a scendere a ogni passaggio e Santo Russo, altro protagonista del Trofeo Nazionale sempre in palla quando si tratta di piste tortuose. Il veneto e il toscano si giocano la pole mentre Boccardo mantiene la terza posizione davanti a Scattolini. Non gira invece Gabellini per un problema meccanico mentre tra i SuperScooter la migliore posizione, a 3 secondi dagli Zip è giocata per tutto il turno tra Gottardello e Marco Ferraguti, ma il torinese dà la zampata sottola bandiera a scacchi.

Nel warmup di domenica mattina è Russo il più veloce, girando in 1’03”3, vicino alla pole di Omar che invece è terzo dietro a Boccardo. Gabellini è quinto dietro a Lipari, anche lui alla ricerca del tempo ufficiale non avendo corso le crono di sabato. Gottardello è sempre più veloce tra i SuperScooter, sesto assoluto.

Russo va in crescendo nel secondo turno di crono: il toscano prima migliora la pole di Bortolato di un millesimo, poi abbassa il tempo fino a 1’02”443 stabilito proprio alla bandiera a scacchi mentre per il pittore non c’è possibilità di ribattere perché gli si ferma lo scooter in pista proprio a 2 giri dalla fine. Boccardo mantiene il terzo posto, confermato anche in questo turno davanti a Gabellini che riesce a guadagnarsi la prima fila. Scattolini precede Lipari e Sartori mentre Gottardello guida il gruppo dei SuperScooter. Chiude la griglia Magrone, che non ha preso parte al secondo turno.

Scatta come una fionda Bortolato dalla sua posizione e precede Russo che s’incolla al suo scarico. I due già alla prima curva allungano su Boccardo e Gabellini che anche loro procedono appaiati. Lipari s’infila in quinta posizione ma alla quarta curva si tocca con Sartori ma ha la peggio, perdendo una posizione. Dietro a Scattolini girano compatti i tre SuperScooter: Gottardello davanti a Ferraguti e Franco mentre Bressan scivola al secondo giro e deve ritirarsi poco dopo. Tutto rimane invariato fino al colpo di scena del quinto giro, quando Santo Russo scivola prima dell’ultimo tornantino in bagarre con Boccardo ma risale su uno scooter non a posto ed è costretto al ritiro. Gara in discesa per il pittore che allunga sull’accoppiata Boccardo-Gabellini. Il romagnolo attacca il piemontese e passa al settimo giro ma Boccardo si riprende la seconda posizione al tornantino del penultimo giro mantenendola fino al traguardo. Tra i SuperScooter Gotardello si fa passare da Ferraguti alla prima curva dopo il traguardo e nei due giri successivi perde terreno ma non riesce ad approfittarne Franco che rimane terzo. Vince il pittore davanti a Boccardo, Gabellini, Sartori e Scattolini.

Nella seconda finale Russo rimane concentrato e segue per tutta la gara Bortolato che parte ancora fortissimo. Boccardo è terzo davanti a Gabellini mentre Sartori non è a punto con il suo Zip e continua a scivolare. Il terzo posto di Boccardo dura solo due giri perché il piemontese ha un cedimento del motore che lo lascia a piedi due curve dopo il traguardo. Via libera per Gabellini che prova ad avvicinare i leader ma nella sua rincorsa cade al sesto giro e perde due posizioni. Nelle fasifinali della gara il romagnolo recupera e passa Lipari ma non Scattolini che mantiene la terza posizione. Vince Omar su Russo ma il quarto posto di Gabellini vale il secondo gradino del podio. Tra i SuperScooter Marco Franco dopo aver tenuto sotto pressione Gottardello passa davanti e si guadagna il gradino alto del podio. Il piemontese tiene dietro Bressan, nei suoi scarichi a fine gara mentre Ferraguti caduto a inizio gara riesce a passare Minischetti.

Trofeo Scootermatic Nord

Andrea Boccacci torna sugli scooter dopo 5 anni di assenza dai Trofei Malossi ma non ha perso il polso e vince la terza prova del Trofeo Scootermatic Nord mettendosi alle spalle Mattia Miniero, partito dalla seconda fila e in crescita durante le due gare di domenica. Terzo sul podio dopo una lotta durata per due gare è Graziano Fordiani, che dimostra ancora una volta,nel caso ce ne fosse ancora bisogno, che quando il mezzo regge è quasi sempre podio. Giornata sfortunata per Marco Pelloni, autore della pole e vincitore di gara 1 ma a secco nella seconda finale in cui ha percorso solo un rettilineo prima di appoggiare lo scooter muto al muretto.

Miniero entra subito forte nelle crono ma Pelloni stabilisce la pole che migliora fino al termine del turno: 1’03”5. La sua pole diventa inattaccabile anche se ci prova per tutto il turno Boccacci. Fordiani tiene stretta la prima fila e si gioca la terza posizione finche non arriva Berlini agli ultimi giri a farlo scalare di un posto. Rientra anche Marco Borgna con il suo gruppo di piloti, ma né lui né Bruzzone riescono a graffiare come nelle gare del 2009, rimanendo nelle ultime posizioni.

Boccacci è il più veloce nel warmup di domenica davanti a Miniero, staccato di 4 decimi, e Pedretti. Fordiani è quarto mentre Pelloni gira piano, penultimo davanti a Bruzzone, anche oggi più lento del solito.

Nel secondo turno Pelloni si mette subito in carena, ma nonostante il suo impegno non riesce a scendere sui tempi stabiliti sabato. È poco male, perché nessuno riesce a ritoccare la pole né ad avvicinarsi alla prima fila che viene riconfermata con Pelloni, Boccaci, Berlini e Fordiani.

In gara 1 Pelloni passa subito al comando seguito da Boccacci e Berlini, con Tosi che passa Miniero mentre Fordiani ha perso 2 posizioni in partenza. Gara durissima per Pedretti che nei primi giri deve vedersela con Bruzzone e nelle fasi finali è in bagarre con Berlini, ma in entrambi i casi ha la meglio. Il tornantino prima della esse è fatale invece per Berlini che al terzo giro scivola chiudendo involontariamente la traiettoria a Miniero e facendo così passare Tosi. Al giro dopo cade anche Tosi e ne approfitta Fordiani che si ritrova terzo allungando su Miniero. Pelloni allunga e tiene un margine di 6 secondi in testa mentre Fordiani dopo aver battagliato con Miniero si libera dell’avversario e va alla caccia di Boccacci. Vince Pelloni su Boccacci e Fordiani, che precede Miniero.

Parte male Pelloni in gara 2 e si deve ritirare subito dopo il traguardo lasciando andare al comando Boccacci che non molla per tutta la gara, Dietro si scatenano Berlini, Tosi, Pedretti, Fordiani e Bruzzone. Mentre Boccaci allunga, Pedretti passa Tosi al quarto giro nel tornanino dopo il traguardo e diventa terzo ma il suo avversario tiene alta la pressione costringendolo all’errore, che arriva poche curve dopo. Pedretti riparte con il suo Zip ma va pianissimo e si fa doppiare da tutto il gruppo. Berlini è secondo solitario dietro a Boccacci, mentre Tosi è tallonato da Fordiani e Miniero che al settimo giro sorprende il toscano. A fine gara si forma un terzetto con Tosi, Miniero e Fordiani ma a tre giri dalla fine c’è un ultimo colpo di scena: Berlini scivola dal secondo posto e lascia il via libera al terzetto: Tosi tiene duro su Miniero e Fordiani cerca di entrare ma non succede più nulla. Vince Boccacci di prepotenza su Tosi, Miniero e Foridani.

Trofeo GP80

Francesco Pellegrino vince un’altra tappa del Trofeo Nord Malossi, ma essendo ospite (corre nel Trofeo Sud) lascia il punteggio pieno al fratello Simone che con due secondi posti fa un altro passo avanti verso il titolo GP80 Nord. Terzo e in bagarre con Simone Pellegrino nelle fasi finali di gara 2 è Francesco Villani che ha girato solo domenica. Gammino, antagonista diretto di Simone nel Trofeo Nord con un terzo e un quinto posto finisce la giornata quinto.
Nella prima sessione di crono i fratelli Pellegrino sono subito i più veloci tirandosi a vicenda. Simone segna la pole in 1’07”9 ed è davanti al fratello mentre Gammino è tranquillo in terza posizione con un buon vantaggio su Volpi, che gira un secondo più lento. Non prende parte al primo turno Villani, che è il più veloce nel warmup di domenica mattina prima del secondo turno di crono.
Francesco ci mette 10 minuti per abbassare di un decimo la pole di Simone: il nuovo giro veloce è di 1’07”835 davanti a Simone che per parte del turno fa da lepre a Gammino, confermato terzo in griglia. Villani si avvicina fino a 9 decimi da Pellegrino senior ma guadagna la prima fila lasciando Volpi e Malandrino in seconda.

Le posizioni della griglia non cambiano neanche nei primi giri di gara 1 in cui Francesco va in fuga e mantiene un vantaggio di circa 3 secondi per tutta la gara sull’accoppiata Simone Pellegrino - Gammino. I due ex GP80 Sud si controllano a distanza mentre dietro di loro c’è un’altra coppia che si gioca il quarto posto con Volpi che all’inizio sembra farcela a tenere il passo di Villani. Alla fine il numero 24 cede metri e lascia a Villani il compito di riprendere la coppia degli inseguitori di pellegrino. Si riforma così un terzetto che negli ultimi 3 giri procede compatto. Sul traguardo dell’ultimo giro il bolognese attacca Gammino e lo passa, andando anche alla caccia di Simone Pellegrino che tiene il suo vantaggio fino alla bandiera a scacchi. Vince Francesco davanti a Simone e Villani. Gammino è così quarto davanti a Volpi e Malandrino che finisce doppiato.

Seconda finale che sembra una fotocopia di gara 1 Francesco passa al comando subito e si porta in sicurezza mentre Simone si porta in scia Gammino che però nel giro di pochi passaggi perde terreno e viene attaccato prima da Villani e poi da Volpi. Al quinto giro Villani forza e passa Gammino al penultimo tornantino mentre un giro più tardi con un interno-esterno anche Volpi passa Gammino e si porta solitario in quarta posizione. Mentre il 72 perde terreno Villani aumenta il ritmo e si porta nello scarico di Simone Pellegrino che però resiste. L’ultimo brivido è all’undicesimo giro quando il doppiaggio di Malandrino sembra avvantaggiare Villani che affianca Pellegrino ma non riesce a passare. Vince ancora Francesco davanti a Simone, Villani e Volpi.

Il prossimo appuntamento con i Trofei Nord Malossi è per il 4 luglio a Busca.

Nessun commento:

Posta un commento