Trasmissione: catena

Mentre la trasmissione a cardano o cinghia non richiede praticamente manutenzione, la catena prevede interventi periodici, un piccolo vincolo bilanciato tuttavia da diversi vantaggi: è leggera, ammorbidisce il comportamento della moto e "mangia" poca potenza.

Consiglio:utilizzate un prodotto specifico per la catena, spray (più comodo: Elf Moto Chain Lube) o grasso (per una migliore impregnazione: ELF Moto Chain Paste) .La catena deve essere ingrassata a caldo (dopo 15 minuti di guida) in modo che il lubrificante (che diventa più liquido) penetri meglio negli anelli.

Pulizia della catena
Se la catena è eccessivamente incrostata, potete pulirla con un pennello utilizzando un po' di gasolio (olio combustibile domestico, acqua ragia, ELF N CONTACT) o un prodotto specifico per le catene con O-ring. Attenzione: non utilizzate benzina o sostituti a base di tricloretilene in quanto rischierebbero di danneggiare gli O-ring degli assi.
Proteggete il pneumatico posteriore dagli spruzzi coprendolo conuno straccio. La pulizia della catena consente di evitare la formazione di punti duri e allungarne la durata. Quando la catena èpulita e bene asciutta, èsufficiente ingrassarla. Non dimenticate inoltre di smontare il carter del pignone in uscita dalla scatola, anch'esso da pulire. Svitate con una chiave a pipa le viti di fissaggio del carter diprotezione del pignone di uscita dalla scatola e rimuovete con uno straccio o un soffiatore i residui di polvere, terra o morchia.
 
Ingrassaggio della catena
La catena della moto non deve mai funzionare a secco. Ingrassare regolarmente la catena significa aumentarne la durata. Tenendo conto anche delle condizioni meteo e dell'utilizzo che viene fatto della moto, bisogna prevedere mediamente un ingrassaggio ogni 500 km o dopo un'uscita sotto la pioggia. Attenzione al tipo di catena: se èdotata di O-ring, utilizzate esclusivamente un grasso che non si attacchi. Lubrificate la catena (senza esagerare) tra le piastre e il rullo, dall'interno della catena. Asciugate il grasso in eccessocon uno straccio e lasciatelo penetrare per 30 minuti prima di guidare.
 
Controllo della tensione della catena
La catena deve essere lasca in quanto la tensione varia in funzione dell'affondamento della sospensione (escursione verticale). Mettete la moto sul cavalletto centrale o su una pedana in modo da sollevare la ruota posteriore da terra. Misurate l'escursione verticale della catena all'estremitàinferiore a livello del braccio oscillante: deve essere compresa tra 20 e 30 mm, valore da verificare sul libretto di manutenzione della moto.
 
 
Regolazione della tensione della catena
Sbloccate i controdadi dei tenditori della catena con due chiavi piatte delle giuste dimensioni.







Svitate il dado dell'asse della ruota posteriore, agite sui singoli tenditori per regolare la tensione della catena. L'escursione verticale dell'estremità inferiore deve essere compresa tra 20 e 30 mm.
 
 
 
 
 
 
Verificate che i tenditori siano nella stessa posizione, che costituisce il riferimento fisso.
 
 
 
 
 
Bloccate il dado dell'asse della ruota e i controdati dei tenditori, quindi verificate la tensione.
 
 
 
 
 
 
 
Controllo dell'usura della catena
L'usura della catena dipende dalla manutenzione e dalla guida. Una volta giunto il momento di sostituire l'intero kit catena, con una pinza, tirate indietro la catena a livello della corona. Se la catena appare staccata di oltre un mezzo dente, èusurata e deve essere sostituita. Sostituite la catena anche dopo un ingrassaggio, se alcuni anelli non ruotano liberamente.

Nessun commento:

Posta un commento