Consigli sulla guida: il parcheggio

In molte città il comune adibisce degli spazi destinati al parcheggio delle moto, indicati con una specifica segnaletica e dotati solitamente di supporti fissi per poter legare la moto.

Si consiglia ovviamente di scegliere questi spazi in quanto forniscono condizioni di parcheggio ottimali, con la possibilità di lasciare la moto saldamente attaccata alla struttura antifurto, senza recare disturbo agli altri.

Il parcheggio "improvvisato"
Capita spesso purtroppo che questi parcheggi siano già occupati e che non corrispondano al numero effettivo di moto in circolazione in città.

Talvolta il parcheggio è tollerato anche in alcuni luoghi non previsti a tale scopo.

Ad ogni modo, assicuratevi la moto non blocchi i passi carrabili, il passaggio di passeggini, sedie a rotelle, etc…

Pensate alla partenza
Parcheggiare bene significa anche pensare alla partenza. Molti motociclisti si ritrovano "imprigionati" per aver parcheggiato in maniera scorretta!

Basta lasciare la moto in un vicolo in pendenza (anche lieve), con il cavalletto troppo vicino al marciapiede o a una buca, per trasformare la situazione in un incubo.

In questi casi, si è costretti a chiedere aiuto a qualcuno per spingere la moto ed evitare la caduta alla partenza! Davvero imbarazzante!

Nessun commento:

Posta un commento