Consigli sulla guida: comportamenti anomali della moto

Gli sbandamenti sono oscillazioni laterali della moto, più fastidiose che pericolose e solitamente eliminabili, a meno che non si tratti di un difetto di progettazione (telaio non sufficientemente rigido).

I primi "indiziati" sono i pneumatici (usurati o non abbastanza gonfi), le sospensioni (usurate, mal regolate o non idonee al carico) e il piantone dello sterzo (usura dei cuscinetti).

Regolando questi parametri, è possibile rendere la moto un po' più stabile.

Anche la posizione di guida svolge un ruolo importante: guidare indossando un giubbotto troppo largo, in velocità su una moto non carenata, può provocare sbandamenti.

Oscillazioni del manubrio
Le oscillazioni del manubrio, più fastidiose e pericolose degli sbandamenti, sono tanto improvvise quanto violente.

Si verificano generalmente in fase di accelerazione e si traducono in movimenti orizzontali dello sterzo, con la forcella che sbatte (talvolta fino a spaccare) contro i cuscinetti con il rischio per il pilota di essere disarcionato e rimanere ferito.

Tutte le moto possono esservi soggette, sebbene siano più esposte le moto dotate di coppia motore elevata (quindi con maggiore capacità di fornire potenza immediata), telaio rigido e passo corto rispetto ai modelli trial, con telaio più flessibile e motore meno potente.

L'usura dei pneumatici, la regolazione delle sospensioni (forcella anteriore troppo dura o lubrificata con olio esausto) sono fattori aggravanti. Un ammortizzatore dello sterzo è in grado di eliminare il fenomeno, riducendo spesso però l'agilità della moto.

Lo Shimmy
Lo shimmy è un tipo di oscillazione del manubrio che si verifica in decelerazione e a bassa velocità, quando la moto perde l'equilibrio «giroscopico» e ripristina quello naturale «gravitazionale». Lo shimmy può essere violento ed è provocato da pneumatici usurati o non adatti oppure da uno sterzo usurato o danneggiato.

Vibrazioni
Anche l'usura dei pneumatici o delle sospensioni può essgenerarevibrazioni pericolose.
Per garantire una buona tenuta di strada, è necessario che vari parametri siano in equilibrio: pneumatici, sospensioni, fluidi, ecc. Se uno di questi varia, si compromette la regolazione generale.
Capirete quindi come sia complesso rimettere in sesto una moto sportiva usata!

Nessun commento:

Posta un commento